L’articolo inizia nella pagina precedente! ~

L’unica eccezione fu la prima biografia [The life and letters of Lewis Carroll di Stuart Dodgson Collingwood – 1898], curata personalmente da un nipote di Dodgson. Non mancheremo di parlarne più approfonditamente in articoli futuri, ma per ora vi basti sapere che nonostante Collingwood avesse pieno accesso agli archivi di famiglia, il libro che ne uscì non fu così genuino come potremmo pensare. Risentì infatti pesantemente della volontà degli eredi di dare al mondo un immagine del defunto scrittore che fosse il più possibile in linea con i canoni vittoriani. Un testo pieno di omissioni che diventò la pietra miliare di tutte le biografie a venire, e che contribuì a creare l’immagine distorta che abbiamo oggi di Lewis Carroll.

L’analisi della Leach è precisa e puntuale, non manca di estrapolare i passi salienti di questo lunghissimo processo di distruzione. Inoltre, per la primissima volta, un biografo presta attenzione al materiale più personale che Carroll abbia mai scritto: le sue poesie. Trattasi di componimenti profondamente autobiografici che non mancano di fornire nuovi tasselli a questo percorso di ricostruzione. Detto questo, per approfondire le scoperte della Leach vi invito alla lettura di questo magnifico libro.

Dettagli ed edizioni

Abbandoniamo quindi i suoi contenuti e torniamo al nostro librone, per fornirvi qualche informazione tecnica. Il testo è interamente in bianco e nero e comprende al suo interno diverse riproduzioni di fotografie e di illustrazioni di Lewis Carroll.

immagini

Bellissime fotografie corredano il libro

pagine

Alcune pagine

Il libro è edito da Castelvecchi ed ha un prezzo di copertina di 22 euro – anche se si tratta di un piccolo editore non avrete difficoltà a reperire il libro, online ad esempio.

edizione 2015

Copertina edizione 2015

La mia è una vecchia edizione del 2010; quest’anno, in occasione dell’anniversario di Alice, ne è stata pubblicata una tutta nuova, con una grafica rinnovata e più compatta nelle dimensioni (un fattore da non sottovalutare per tutti noi lettori pendolari). Inoltre il titolo è leggermente differente: Lewis Carroll. La vera storia del papà di Alice [foto a lato].

In conclusione… Diamogli un voto!

Se posso permettermi di dare un voto al libro nel suo complesso (dopo questa mia così poco imparziale recensione) è 9/10: si tratta di una lettura che vi consiglio assolutamente.

E voi che ne dite? Lo avete letto, e se sì, cose ne pensate? Scrivetemi i vostri parere qui sotto, non vedo l’ora di leggerli!

A prestissimo con nuovi articoli, sempre e solo su Carrollpedia.it!